di inizi, propositi e novità

Condividi su

Ho pensato che il modo migliore per iniziare questo 2016 fosse con una novità. In realtà chi mi segue sui social saprà già che quest’anno avrò il privilegio di collaborare e scrivere per il nuovo blog di Mercanteinfiera, la mostra internazionale di antiquariato, antichità e collezionismo che si tiene a Parma due volte l’anno. Tra l’altro, tra i buoni propositi del 2016, da tempo avevo in programma di introdurre un nuovo argomento nel blog, di parlarvi di ARTE, in tutte le sue forme o per lo meno in tutte le forme che io riesca ad apprezzare.
Ma la parola “arte” avrà poi un significato oggettivo? Io vi invito a inviarmi, consigliarmi, segnalarmi qualunque forma d’arte apprezziate e che vi farebbe piacere divulgare o promuovere. Proviamoci.blog arte contemporanea“la città che ho in testa” di Piero Schirinzi, vincitore del contest “Francobollo d’oro” promosso dalla …la città in questione è proprio la mia Ostuni.

E così questo incarico per il Mercanteinfiera è arrivato con un tempismo perfetto.
Vi propongo l’inizio del mio secondo articolo, se vorrete potrete continuare a leggerlo sul

La verità è che ho sempre amato “le cose vecchie” e la verità è che questo amore è nato con mia nonna Anna che, da piccolissima, ogni seconda Domenica del mese mi portava al mercatino dell’antiquariato del mio paese: Ostuni. Quel mercatino, di ormai 20 anni fa, lo ricordo bellissimo, non so se perché effettivamente migliore rispetto ad oggi, o se perché gli occhi di una bimba abbiano la magica capacità di scegliere e vedere sempre il bello.Camminavo mano nella mano con mia nonna, che proprio come una bambina si entusiasmava per le piccole cose, quelle cose “spassose” e forse inutili per i più, che a noi però facevano tornare a casa contente, pronte al pranzo domenicale in famiglia: i soliti ravioli al sugo, castagne e pasticcini in Autunno, il gelato d’Estate. Adesso lo chiamiamo comfort food. Al bello bisogna educare e lei, mano nella mano, mi portava con amore tra oggetti pieni di storia, a volte la sua, eleganza, qualità. Siamo nel 2016 e io, un paio di decenni dopo, amo il design, amo le forme classiche reinterpretate con materiali moderni e sono ancora follemente innamorata di quei mobili vecchi che vedevo al mercatino con la nonna e che adesso mixo con arredi contemporanei, alleggerendoli e rivalutandoli vicino a linee essenziali e colori neutri….

blog che parla di arte credits: Rossella e Giuseppe Cardone 1. 3. 4. 5. 

E voi, avete qualche argomento da suggerire? Qualcosa che vorreste approfondire, qualcosa o qualcuno di cui parlarmi? Scrivetemi sempre a [email protected] o lasciate un commento qui sotto. Ancora una volta, buon anno!

Benvenuto/a a casa di Ro. Commenta: per aiutarmi a crescere e a conoscere meglio le tue esigenze, per una critica educata o anche solo per un saluto veloce. E se il post ti è piaciuto, condividilo sui social!

Tag:, , , / 0 Commenti

Lascia un commento

https://iwashka.com.ua

www.agroxy.com/prodat/oves-122/zaporozhskaya-obl

shopvashtextil.com.ua
Utilizziamo i per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.Ok